Scrivere un articolo – Come si scrive per il web? Vestire la notizia

scrivere un articolo internet

 

La rete sta cambiando il nostro mondo e le nostre abitudini.
Quanti di noi si ritrovano ogni giorno a leggere le notizie quotidiane non sulle colonne di un giornale cartaceo, bensì sui siti di grandi e piccole testate e sui blog condivisi dai social network?

Non è difficile capire le ragioni di questo successo; internet è il veicolo tecnologicamente più idoneo a diffondere notizie sotto almeno tre punti di vista:

  • il crescente bisogno di sintesi informativa espresso dalla società contemporanea;
  • la possibilità di interazioni facilitate tra produttori e fruitori di notizie;
  • l’aggiornamento del notiziario in tempo reale.

Ma come si scrive per il web? Quale sono le differenze rispetto al giornalismo di carta stampata?

Le regole, in realtà, sono sempre quelle: un titolo accattivante che contenga parte della notizia, la verifica delle fonti, la correttezza deontologica, etc.

Ciò che cambia profondamente è il tipo di fruizione della notizia da parte del lettore, che dobbiamo comprendere e al quale ci dobbiamo adattare nella “vestizione” della notizia. Ecco le tre  raccomandazioni principali:

- Elementi-chiave nell’attacco.
Tanto per cominciare una pagina web è differente dalla pagina di un giornale cartaceo, bisogna considerare che il lettore vedrà, inizialmente, soltanto una parte sul proprio schermo, corrispondente all’attacco del pezzo (o lead). Comincia, quindi, la notizia raccontando subito al lettore quali sono gli elementi-chiave del fatto. Come sostiene Stanley Walker, “il lead dovrebbe essere una promessa di grandi notizie in arrivo e, come tale, dovrebbe essere mantenuta”.

- Formattazione.
Il lettore internauta ha a disposizione infinite pagine e spesso legge la notizia da più siti, per cui bisogna dargli immediatamente i riferimenti per orientarsi all’interno del vostro articolo giornalistico per il web: i grassetti servono ad evidenziare le parole chiave e le parti più importanti,  il corsivo serve per le eventuali dichiarazioni. La divisione in paragrafi, poi, rende meno caotico il tutto e aiuta la lettura.

- Link ipertestuali
Il grande vantaggio del giornalismo in internet è lo spazio infinito che abbiamo a disposizione per offrire approfondimenti (altre notizie collegate alla vostra notizia) e materiale multimediale (video, fotografie, etc). Non bisogna esagerare, però: rischieremmo di distrarre il lettore convogliando la sua attenzione su altre pagine.

 

Claudiana Di Cesare

Scrivere un articolo: attenti all’errore!

ImmagineVediamo alcuni tra gli errori più comuni che si commettono nella stesura di un articolo.

Partiamo dalla cattiva abitudine di porre una virgola tra il soggetto e il verbo o tra il verbo e il complemento oggetto.

L’errore-orrore è insidioso soprattutto quando, tra questi due elementi, si frappongono altre parole: fate attenzione!

Accenti e apostrofi
“Po’”
(per poco) si scrive con l’apostrofo e non con l’accento perché si tratta di una parola tronca. La stessa regola vale per modo (mo’), casa (ca’), dei (de’), nonché per gli imperativi sta’, fa’, va’, di’, e da’. Continua a leggere

Scrivere un articolo: l’articolo di giornalismo sportivo

Scrivere un articolo: l'articolo di giornalismo sportivoEntrare nel mondo del giornalismo sportivo è, in Italia,  un sogno comune a moltissimi giovani. Ma scrivere un articolo, per un giornalista sportivo, è un lavoro con alcune particolarità.


Sebbene quella del giornalista sia una professione che è spesso vista e romanzata come piena di imprevisti, colpi di scena, indagini e momenti di suspence, scrivere di sport è diverso.

Infatti, la notiziabilità qui è differente, soprattutto nella sua caratteristica chiave: l’imprevedibilità. Continua a leggere

Scrivere un articolo : la ricerca delle fonti

Scrivere un articolo: la ricerca delle fontiIl presupposto per scrivere un buon articolo è essere largamente informati su personaggi, luoghi e dettagli ed avere la materia prima su cui lavorare. In caso contrario il giornalista deve effettuare delle ricerche. Da dove iniziare prima di inziare a scrivere il pezzo?

-         Cominciate sempre dalle sei domande di base: chi, che cosa, dove, quando, come e perché.

-         Serviranno poi i dettagli e gli aneddoti che chiariranno/confermeranno i fatti fondamentali.

Continua a leggere

Scrivere un articolo: il giornale radio.

Scrivere un articolo significa anche creare un pezzo per un giornale radio (come ad esempio quello della RAI), la base del lavoro di uno speaker giornalistico. Dovendo essere sbrigativi (la rapidità in radio è la legge), andiamo subito al sodo.

Sii breve.
La prima cosa che salta all’occhio (o meglio, all’orecchio) sulle radio news è la scrittura. In radio non si può essere troppo arzigogolati: la regola è andare all’osso. I periodi devono essere brevi e “aderenti al fiato”: ogni volta che scrivete una notizia per la radio, provate a leggerla. E qui veniamo al secondo punto.
Continua a leggere